Mysterium Festival, giovedì sera in Concattedrale il “via” alla rassegna
«Nel segno della pace»
«Come indicato da Papa Francesco, ci uniremo in preghiera per le vittime della guerra in Ucraina, affinché torni al più presto il sereno», ha dichiarato l’arcivescovo Monsignor Filippo Santoro. «Continuiamo a lavorare con gli strumenti dei quali disponiamo: dialogo, condivisione, emozione; la musica stessa è uno straordinario strumento di pace». Successo e bis per “Misa a Buenos Aires” di Martìn Palmeri.

«Un’apertura straordinaria quella del Mysterium Festival, considerando il regalo che ci ha fatto Martìn Palmeri: una prima esecuzione assoluta dedicata alla rassegna la rassegna di eventi di fede, arte, storia, tradizione e cultura; è un motivo di orgoglio per la nostra città, per l’intera organizzazione che lavora da mesi intorno a questo festival, legatissimo alla tradizione e alla fede, dunque alla Quaresima, i Riti della Settimana Santa, la Santa Pasqua; l’avvio di questa ottava edizione è una dedica a Papa Francesco “Misa a Buenos Aires”, firmata appunto da Palmeri, per una serata ricca di emozioni dedicata alla pace». Con queste parole il Maestro Piero Romano, direttore artistico dell’Orchestra della Magna Grecia, ha introdotto ufficialmente l’ottava edizione del Mysterium Festival, la rassegna di eventi di fede, arte, storia, tradizione e cultura.

«Con il Mysterium Festival – ha detto l’arcivescovo, Monsignor Filippo Santoro – confermiamo la centralità dei Riti, per vivere al meglio la Settimana Santa: lo faremo attraverso la liturgia, a cui partecipano i fedeli; i Riti e le Processioni, che pongono al centro la religiosità popolare; e, naturalmente, con il “Mysterium”, che, come noto, interessa un pubblico vasto con eventi di cultura, musica e teatro. Come indicato da Papa Francesco, quest’anno rivolgeremo anche una preghiera alle vittime della guerra in Ucraina, invocando un “Cessate il fuoco!” affinché ovunque torni al più presto la pace».

Giovedì sera, nella Concattedrale Gran Madre di Dio di Taranto, l’apertura del festival. In programma “Misa a Buenos Aires”, opera di Martìn Palmeri, con l’Orchestra della Magna Grecia diretta dal Maestro Gianluca Marcianò e il L.A. Chorus diretto dal Maestro Luigi Leo, con Mario Stefano Pietrodarchi al bandoneon, il mezzosoprano Elena Serra, il pianista Michele Renna. Oltre al direttore artistico dell’Orchestra della Magna Grecia che ha introdotto lo straordinario evento, e all’arcivescovo Monsignor Filippo Santoro, erano presenti il presidente del Comitato scientifico del Mysterium Festival, il dott. Donato Fusillo e il direttore artistico della rassegna, il Maestro Pierfranco Semeraro.

«Il concetto che vogliamo lanciare in questa edizione del Mysterium – ha ripreso Romano – è il continuare a lavorare alla pace con gli strumenti dei quali disponiamo: dialogo, condivisione, emozione; la musica è uno strumento straordinario di pace; nel corso della rassegna declineremo il sacro in vari stili e generi, da “Misa Criolla” di Ramirez, ad eventi con musiche di Strauss e Mahler, per finire con Nona sinfonia di Beethoven che chiuderà il Mysterium; tanti gli artisti presenti, da Simone Cristicchi ad Anna Ferruzzo, Maria Grazia Annesi a Daniela Delle Grottaglie per itinerari storici e tematici nel MArTA, con incursioni artistiche ed eventi nei quartieri cittadini; e, ancora, Tessere d’arte e Mysterium film».

Prima dell’apertura del Mysterium, un omaggio floreale e gli auguri di buon compleanno alla direttrice del MArTA, la dott.ssa Eva degl’Innocenti. Proprio nel Museo archeologico nazionale della Magna Grecia, si svolgerà un programma complementare alla rassegna: “Riti e Miti al MArTA”, visite e percorsi tematici guidati, a cura dell’archeologa Silvia De Vitis.

La direzione artistica del Mysterium Festival è del Maestro Pierfranco Semeraro. La rassegna di eventi di fede, arte, storia, tradizione e cultura è promossa dall’Arcidiocesi di Taranto, insieme con l’Orchestra della Magna Grecia, il L.A. Chorus, il Comune di Taranto, la Regione Puglia, il Ministero della Cultura e Le Corti di Taras, con la collaborazione con “Fondazione Puglia”, “Programma Sviluppo”, “BCC San Marzano di San Giuseppe”, “Comes”, “Chemipul”, “Fondazione Taranto e la Magna Grecia”.

Questo il Comitato scientifico del Mysterium Festival: dott. Donato Fusillo, presidente; prof. Adriana Chirico; Maestro Piero Romano (OMG); dott.ssa Eva Degl’Innocenti (MArTA). Maestro Pierfranco Semeraro (ARCoPU), don Emanuele Ferro (portavoce Arcidiocesi, parroco della Cattedrale di San Cataldo), prof. Riccardo Pagano (Dipartimento Jonico – Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, sede di Taranto). Foto Aurelio Castellaneta.

Info: Orchestra della Magna Grecia, via Giovinazzi 28 (392.9199935); biglietti degli eventi, acquistabili anche su eventbrite (www.eventbrite.it). “Riti e Miti al MArTA”: l’accesso per assistere ad uno o più eventi è incluso nel biglietto d’ingresso al Museo. Richiesti: green pass, documento d’identità e mascherina Ffp2. Biglietti e prenotazioni per gli eventi al MArTA: shopmuseomarta.it (selezionando giorno e orario del percorso tematico). Prenotazione obbligatoria. 
www.mysteriumfestival.it - www.orchestramagnagrecia.it

 

2024BANNER1200

OMG MYSTERIUM FESTIVAL 2024 1200

WhatsApp Image 2024 02 21 at 16.56.02

cinqueX